· 

DOVERE O VOLERE?


"Devo migliorare il mio aspetto fisico!"

"Dovrei mangiare meglio!"

"Devo fare un sacco di cose!"

Il verbo DOVERE, in tutte le sue coniugazioni, definisce l'obbligo di fare qualcosa, in modo rigido e tassativo.

La nostra vita è immersa nei doveri, alcuni dei quali sono imposti dall'esterno (ad es. può non piacerti alzarti presto per andare al lavoro ma lo fai!) ma, molti dei doveri sono scelte auto-imposte in modo automatico.

Il senso del dovere, di per sè, è positivo perchè spinge la persona ad agire per raggiungere un obiettivo. Diventa dannoso quando schiaccia, quando ci fa perdere di vista chi siamo, quando implica aspettative troppo alte verso noi stessi che, se non soddisfatte, fanno sorgere in noi un profondo senso di colpa ed una profonda svalutazione della nostra persona.

Da dove partire per riequilibrare un eccessivo senso del dovere?

 

1. ASCOLTATI: quali sensazioni ti trasmette il tuo corpo quando svolgi quella determinata azione? E' per te sostenibile? E' in linea con il tipo di persona che sei?

 

2. Utilizza il verbo VOLERE per creare un dialogo interiore più tollerante: "Voglio/desidero migliorare il mio fisico", "Avrei voluto mangiare meglio", "Vorrei/mi piacerebbe fare quelle X cose".

 

In terapia il lavoro fatto è senz'altro più complesso ma questi possono essere dei primi spunti da cui partire.

 

@pilloledicura